5 motivi per andare all’Umbria Film Festival (con o senza bambini)

L’Umbria è sempre stata descritta come la “Toscana dei Poveri”, dimenticando spesso che proprio in questa terra nei secoli sono sorte Perugia, Spello, Spoleto, Gubbio, Assisi, Narni, Amelia, Collepino, Orvieto, Montone e molti altri centri di antiche origini. Spesso ci si dimentica che l’antico amore degli umbri per lo spettacolo ha trasformato la regione in un affascinante palcoscenico per rassegne musicali, teatrali e cinematografiche, festival, concorsi e mostre. Fra le rassegne cinematografiche ce ne è una di assoluto prestigio internazionale che promuove la cultura in tutte le sue forme, con particolare attenzione per il “nuovo” cinema mondiale e che dedica ampio spazio alle proiezioni per bambini. Quando si parla di cinema internazionale per piccoli e grandi e di Umbria, l’appuntamento per eccellenza prende il nome di Umbria Film Festival.

Un festival davvero speciale ed ora proverò a spiegarvi il perché dandovi 5 buoni motivi per partecipare alla visione di una o più proiezioni in programma durante questa ventiduesima edizione.

  1. E’ un festival che trasforma Montone in una sala cinematografica il cui tetto è un cielo di stelle e le antiche mura di pietra di uno dei “Borghi più belli d’Italia” le pareti.
  2. E’ gratis: tutte le proiezioni infatti sono gratuite!
  3. E’ adatto ai bambini che non sono solo spettatori, ma protagonisti: sono proprio loro infatti a decidere, nei panni dei giurati, i corti vincitori. Far parte della giuria dei bambini è molto semplice: basta avere fra i 6 e 12 anni e presentarsi al banco d’iscrizione in piazza Fortebraccio (Montone, PG) ogni sera della settimana a partire dall’inizio del festival.
  4. Sherbert Rozencrantz, You’re Beautiful – uno dei corti in programma.

    E’ attento ai piccolissimi: il 7 luglio alle ore 18.00 nel magnifico Teatro San Fedele è prevista la proiezione di corti per bambini di età fra i 3 ed i 6 anni.

Ice Pepper – uno dei corti 3-6 in programma.
  1. E’ un momento di incontro con professionisti di fama internazionale: tra gli ospiti attesi per l’edizione 2018 c’è il regista americano Terry Gilliam – presidente onorario del Festival – che presenterà un evento per raccontare il seguito del suo libro autobiografico “Gilliamesque – Un’autobiografia pre-postuma” e Lello Arena che realizzerà lo spettacolo “Oh That Chaplin“,  con musica dal vivo, scritto a partire da alcune lettere del grande attore inglese.

 

Un evento davvero da non perdere!

Se ancora non vi ho convinti sappiate che il festival terminerà l’8 Luglio: fossi in voi un pensierino ce lo farei. Nel frattempo vi lascio il programma, così giusto per incuriosirvi un po’! 🙂

 

 

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *