AMORE E PAURA – LE INTERMITTENZE DEL CUORE

Amore mio,

Se c’è una cosa che ho capito è che in me ci sono due forze motrici fondamentali: la paura e l’amore. Quando ho paura, mi ritraggo indietro dalla vita. Quando amo mi apro a tutto ciò che la vita ha da offrire con passione, entusiasmo e accettazione.

Ho sperimentato sulla mia pelle che il dolore si piange, la rabbia si urla, ma la paura si aggrappa silenziosamente al cuore.

Sono certa che la paura abbia come tutte le emozioni, un’utilità per tutti noi, essa infatti ci mette in guardia dai pericoli che incontriamo, ma al contempo diventa un problema quando viene vissuta in maniera esagerata.

Se c’è una cosa che ho compreso è che la paura esagerata di perdere la felicità che insieme abbiamo costruito ha generato sofferenza a me, a te e al nostro ecosistema.

Ho riflettuto sulle mie paure quotidiane, che conosci: quando ho paura che non arriverò alla fine del mese, che non avrò più una casa, sto in ansia.

Quando ho paura di fare le analisi, sono preoccupata.

Aggiungo infine, quando ho paura di perderti, soffro.

Mi sono guardata da fuori, come una spettatrice ed ho visto che Io sto male prima che succeda ogni cosa, e che le situazioni, i fatti, le cose per cui ho paura, condizionano me e te e molto spesso finiscono con il non verificarsi.

Mi sono chiesta perché scappo? Perché evito? Perché fuggo ogni volta che si presenta una situazione che vivo come problematica? Perché insomma ho paura?

Perché ho paura di perdere la felicità.

Perché so e sento che tu mi rendi felice.

Io ho paura di perdere la felicità che il tuo amore può darmi. Questo è il vero motivo per cui mi ritraggo ogni volta che si presenta un problema piccolo o grande da affrontare.

Io voglio il tuo bene, desidero il tuo amore e amare è una libera scelta, non c’è nessuna imposizione. Si può imporre di stare con una persona, si puoi costringere a stare nella stessa casa, ma l’amore non possiamo pretenderlo, non possiamo costringere nessuno ad amarci. L’amore si da e basta.

Ed è proprio per questo che alla fine ho capito che non ho nulla di cui temere ed aver paura perché il tuo amore è libero e sincero e non verrà meno.

Le mie paure non voglio negarle, tacitarle o compensarle con strategie evitanti e malsane, ma vorrei attraversarle con te con coraggio.

Le mie paure possono dirti molto di me, di come sono stata amata o non amata, protetta o lasciata in balia della vita. È un indicatore di tante altre mie verità.

Vorrei attraversare con te l’emozione della paura per disinnescare insieme le bombe che essa ha generato.

Come dici tu tutto può essere trasformato in risorsa.

Con amore,

V.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *