Garghi, il Nano, i Grilli e Renzi

Gargamella si dava per vincente alle elezioni ed ha ottenuto poco più del 30%..Almeno, lo posso dire, il   PD rimane coerente: campagne “entusiasmanti” che prevedono spalaggio della cacca da casa PD a casa PDL, niente proposte, niente programmi solidi, vecchie facce, legami con il sistema mediocre. Dovrebbero imparare dalla storia ma non ce la fanno, è più forte di loro, pensano di fare il colpaccio del secolo e rimangono sempre delusi. Sono andata a votare con una grande amarezza nell’animo perché ovviamente ho attuato la pratica del “voto utile” e non ho votato perché mi rispecchiavo ed aderivo pienamamente ad un partito e al suo programma. Mi si paralizzava la mano ogni volta che stavo per crocettare il partito che ho votato, perché pensavo: “cazzo ti rendi conto che se vincono rivedremo le solite facce con i soliti culi incollati alle solite poltrone?”

Non potevo però esimermi dal votare, è un mio diritto oltre che un dovere, un mezzo democratico per  esprimermi.  Sono contenta che il PD non ha ottenuto quello che agognava da  quando è nato. La gente è stanca di vedere le solite facce, di sentire le solite cose, di un Gargamella sempre titubante, mai fermo e deciso. La ventata di rinnovamento che poteva portare Matteo Renzi è stata bloccata, soffocata perché tutti i componenti del PD avevano paura di tornare a casa, di non avere più la comoda sedia da scaldare. Ripenso al ghigno della Bindi quando ha perso Renzi e alla sua febbre improvvisa di ieri sera che non l’ha fatta andare a Porta a Porta..paura eh Signò?!
Avete votato Gargamella e soffocato Renzi? Adesso paghiamo tutti le conseguenze. L’Italia si dichiara stanca, desiderosa di rinnovamento, ma alla fine va a votare sempre quei quattro matusalemme che ci ri-troviamo. Siamo contraddittori e un paese di cagasotto. Tutti a sbandierare lo slogan “largo ai giovani” ma quando è il momento di fargli largo TAAAAC..siamo matti? Che stiamo facendo? Meglio se ci riprendiamo Garghi! Ora io credo che molti voti che sarebbero andati al PD siano confluiti nel Movimento 5 Stelle a causa della stangata inflitta a Renzi.
Io non sono solidale con il m5s ma una cosa mi ha colpito: i candidati sono tutti giovani. Ho sentito ieri sera una marea di previsioni negativo-catastrofiche contro questi ragazzi. Giudichiamo ancora prima di vedere il loro operato. Come ci permettiamo? Vogliamo un paese per giovani ma appena i giovani hanno possibilità di lavorare apportando un cambiamento subito inveiamo..la verità è che abbiamo paura e paura ha la “vecchia scuola del parlamento”. I grillini sono coerenti: hanno sempre detto che non sarebbero scesi a compromessi e lo stanno ribadendo, al contrario di Vendola che già ieri sera dichiarava che era necessario un dialogo con gli stessi. Certo caro Vendola..il dialogo mo ti serve per avere la poltroncina. Si pensa sempre all’accaparramento dei voti e mai ai problemi concreti.  Vi siete, per caso, domandati perché sono riusciti ad ottenere questo risultato? Fatelo e provate a darvi una risposta sincera. Ovviamente sempre se conosciate il significato di sincerità.
Stamattina mi sono svegliata sperando che Bersani si dimettesse, che una volta tanto ci mettesse la faccia, invece no, eccolo lì che dichiara di voler governare..Ah Garghy ma n’do vai core de mamma??? Governa pure che fra sei mesi torniamo alle urne date le condizioni! L’unica “carta” che può salvarti è quella di Renzi, ma io fossi in lui non so se accetterei perché non vorrei mai essere considerato la ruota di scorta da tirar fuori solo in un momento di difficoltà.
Infine, che ci vogliamo dimenticare del Nano che ancora una volta ha fatto il rimontone? Due parole voglio spenderle anche per lui. Silvio io ci metto la mano sul fuoco che tu hai comprato se non l’ottanta per cento almeno il 75% dei voti. Complimenti vivissimi a quelli che si sono venduti per quattro soldi e hanno venduto i diritti per cui molte persone prima di noi hanno combattuto. Devo dire caro Silvio che anche tu rimani sempre coerente, da vent’anni a questa parte prometti sempre meno tasse e più pensioni! E’ ovvio che così facendo fai presa sugli anziani (la maggioranza del Paese) ottenendo un discreto risultato. Io sono nata con Silvio e ho tanto il presentimento che lui sia come Andreotti: nonostante tutto é sempre lì, quasi immortale.
Dopo ieri sera combatto fra il desiderio di emigrare, perché a ventisei anni non credo di meritarmi questa vita di stenti quando altrove potrei vivere dignitosamente, e quello di restare perché è la mia generazione l’unica che può ricostruire.
Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *