Ma come fate?

Venerdì scorso è finita la quarantena!
Sono uscita la mattina con Serena per andare a fare un giro al centro commerciale.
Obiettivo: riuscire a trovare qualcosa da acquistare approfittando dei saldi.
Risultato: obiettivo non centrato perché i capi esposti erano davvero deludenti!
Abbiamo portato con noi Margherita per farle fare un’uscita fra donne e farle provare il brivido dello shopping, ma lei non si è accorta di nulla: da quando siamo partite a quando siamo tornate ha fatto una grassa grossa dormita. Bella vita figlia mia!
Mi sono resa conto da subito di essermi disabituata allo shopping e soprattutto che la mia bussola mi orienta sempre verso il reparto nani..ma come è possibile?! Devo impostare un nuovo navigatore interiore perché mi sono sentita troppo disadattata! Mettiamoci anche il fatto che ancora non rientro bene nella mia taglia, non mi riesco a vedere se non con il tutama e il quadro è presto fatto!
Il tutama è attualmente la mia uniforme e venerdì lo indossavo, come al solito direi (tralasciando il fatto che quando sono salita in macchina mi sono accorta di avere il pantalone sporco. ma credo che queste siano robe da mamme che non riescono a respirare e prendono il primo capo a disposizione).
Il centro commerciale pululava di mamme con nani al seguito. Ma non erano mamme con il tutama come me, ma mamme in forma, con abbigliamento fighetto, il capello fatto, il trucco stampato e le mani smaltate. Una era così in forma e aveva un bimbo piccolissimo nella carrozzina…o mio Dio, sono io il mostro allora!
Mi sono guardata e avevo: il tutama con il pantalone macchiato e le converse, i capelli arruffati e tenuti in sesto da forcine e mollettine, la faccia bianco stracchino. Adesso new mum mi dovete spiegare come fate. Dove lo trovate il tempo per il trucco e il parrucco, per andare a comprare i vestiti all’ultimo strillo, per uscire e soprattutto per andare dall’estetisa? Come fate a rientrare nella taglia 42 dopo poche settimane dal parto?
Illuminatemi sui vostri preziosissimi segreti di bellezza! Io di grazia se riesco a farmi la doccia e ad asciugarmi i capelli! Per uscire mi ci vuole sempre un aiutante, perché per spostarmi ho bisogno della gru: due figli, una carrozzina e a volte un passeggino, due borse con cambi, metti l’ovetto, fai salire l’altro figlio sul seggiolino, la tua borsa..manco Juri Chechi reggerebbe il ritmo!
Vi vedo così rilassate, poco stressate, tutte imbellettate…MA COME FATE?
Condividi

3 Commenti

  1. Anonimo

    Ciao Veronica!!
    Guarda innanzituto ti dico: ora mio figlio ha 20 mesi, guardo mie foto a un mese dal parto (in testa mia mi sentivo in forma, a rivederle ora ero GIALLA e fondalmentalmente deforme).
    Faticavo ad avere tempo per sistemarmi almeno finchè non siamo andati in vacanza (è nato a fine giugno) lontana dai ritmi cittadini e lavorativi del papà.
    Il mio consiglio è piccolissimo: avere TUTTO in ordine non è possibile…seleziona piccole cose. Un giorno magari le unghie. Un giorno i capelli. Un giorno ti fai i peli e un giorno nessuna di queste cose ma magari riesci a truccarti. Ma fallo per te e solo per te! Avere cura di noi è per donarci più belle, e la bellezza, quella che abbiamo dentro, salverà il mondo no? 🙂
    Ciao!!!
    Silvia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *