Basta così poco
Kids
Post al vetriolo
Ispirazioni

I miei post più recenti

Genitori Separati, che falliti.
Genitori Separati, che falliti.
Parlo spesso di separazione, della mia in particolare e questo mi...
Leggi tutto
LE PAROLE DI TROPPO
LE PAROLE DI TROPPO
le parole di troppo (che fanno male all'amore e alle relazioni...
Leggi tutto
IL DIRITTO DI NON FARCELA
IL DIRITTO DI NON FARCELA
Almeno una volta fatemi usufruire del diritto di non farcela.
Leggi tutto
AMORE E PAURA – LE INTERMITTENZE DEL CUORE
AMORE E PAURA – LE INTERMITTENZE DEL CUORE
Amore mio, Se c’è una cosa che ho capito è che...
Leggi tutto
Genitori separati e relazioni singolari
Genitori separati e relazioni singolari
Se penso alla mia infanzia e a quella di molte donne...
Leggi tutto
Le chat di Whatsapp dei genitori: il comune denominatore con il prima e durante Covid-19
Le chat di Whatsapp dei genitori: il comune denominatore con il prima e durante Covid-19
E‘ iniziata la didattica a distanza, a poco a poco i...
Leggi tutto
#seamilitaliaarrangiati
#seamilitaliaarrangiati
Ieri sera un’altra cena a quattro: io, i miei figli e...
Leggi tutto
Lettera a genitori stanchi, come me
Lettera a genitori stanchi, come me
Cari genitori,sono una mamma di due bambini di 9 e 7...
Leggi tutto

Hello!

Mi chiamo Veronica ed ho 30 anni, sono una progettista di formazione e un’esperta di Digital Strategy. Sono nata a Perugia, dove vivo e lavoro anche se sogno una casa vista mare ingresso diretto sulla spiaggia.

Sono laureata in Scienze dell’Educazione, ho lavorato come educatrice d’infanzia presso vari asili nido, ma quando il nido me lo sono ritrovata anche a casa ho realizzato che fare la maestrina non era più una strada tanto praticabile, se volevo salvare quella parte cerebrale ancora sana e funzionante che mi rimaneva.

Così dal 2013 lavoro nel mondo della formazione professionale occupandomi della ideazione e scrittura di progetti a valere su bandi finanziati da fondi diretti: così le scadenze divennero le mie migliori amiche e fu sera e fu mattina.

Dal 2014 lavoro anche nel settore della comunicazione come social media cosa (manager) e digital strategist: così che i social divennero la mia seconda casa e fu sera e fu mattina parte 2.

Non ho ancora smesso di credere negli unicorni che spero di veder volare lasciando scie sbrilluccicanti nel cielo, sono più che sicura che le principesse si mettano le dita nel naso e che ai principi azzurri puzzino i piedi, mi fermo qui.

I miei post più popolari

Genitori separati e relazioni singolari
Genitori separati e relazioni singolari
Se penso alla mia infanzia e a quella di molte donne fra i trenta ed i quaranta anni vedo madri super presenti e padri di...
Leggi tutto
Lettera a genitori stanchi, come me
Lettera a genitori stanchi, come me
Cari genitori,sono una mamma di due bambini di 9 e 7 anni, che frequentano la primaria. In questi giorni io mi sento molto sovraccarica, spenta,...
Leggi tutto
Dimmi che mi ami
Dimmi che mi ami
Dimmi che mi ami e ti ho dato il mio lato amaro. Dimmi che mi ami e mi hai dato il tuo silenzio. Dimmi che...
Leggi tutto
Questa notte il mio cuore mi è venuto a cercare
Questa notte il mio cuore mi è venuto a cercare
Alle 3.00 questa notte il mio cuore mi è venuto a cercare. Faceva male, si capiva che la sua meccanica si era inceppata. Andava forte,...
Leggi tutto
Una ragazza fastidiosa
Una ragazza fastidiosa
Con il tempo ho maturato una certa repulsione per le "avversative", per il semplice fatto che la gente ne abusa sottolineando in maniera spropositata situazioni in contrasto...
Leggi tutto
Venerdì con il vuoto cosmico
Venerdì con il vuoto cosmico
Sono le 19.00 di venerdì, ti accorgi che non hai piu carta igienica. Gabriele ha detto che sarebbe tornato alle 19.00, ma lo sai che...
Leggi tutto
Confessioni ad un papà: Margherita ed il suo fidanzato
Confessioni ad un papà: Margherita ed il suo fidanzato
Lunedì sera Gabriele é tornato tardi, i bimbi si erano appena addormentati. A differenza mia, lui ogni volta che torna la sera dopo cena va...
Leggi tutto
5 anni.
5 anni.
"Vi dichiaro marito e moglie. E vissero felici e contenti". Non pensiamo forse tutti questo quando ci sposiamo o partecipiamo alla cerimonia di matrimonio di...
Leggi tutto

About VcomeMamma – c’era una volta “25 anni mamma”

Il mio blog nasce nel 2012 per sdrammatizzare l’arrivo della seconda gravidanza inaspettata (come la prima, ovviamente), raccontare la vita di una giovane madre alle prese con due bambini quasi gemelli e di una ragazza che aveva appena perso il lavoro, proprio perché incinta, ma aveva tanta voglia di non smettere di sperare.

Da qui il nome “Si può fare: 25anni&2bebè” che sta ad indicare come nonostante le sfighe nucleari arrivate e concentratesi in un periodo decisamente breve, una madre ce la può fare e ce la fa, anche se ha 25 anni e si è affacciata da poco all’adultità.

Oggi dopo quasi sei anni il blog si è evoluto, non racconta più solo le mie disavventure di mamma, ma parla di:

  • come basta poco per essere felici in una vita che ci centrifuga alla velocità della luce;
  • bambini, in particolare i miei, che stanno crescendo e sono sicura che un giorno mi chiameranno dicendo: “ah ma scendi che sono arrivato a prendete!” ed io mi domanderò perplessa quand’è stato il giorno in cui hanno preso la patente, visto che il tempo mi sfugge di mano;
  • cose che mi fanno salire la bile, come affrontarle senza pensare che il vetriolo sia l’unica soluzione praticabile;
  • ciò che mi rende felice ed ispira la mia disorganizzata e confusionaria vita di donna alla continua ricerca di sogni.